Iscriviti alla Mailing-list per essere sempre aggiornato sulle ultime novità

 















PhotoResampling antivirus scan report at softoxi.com

Guida ai PPI, DPI e alla loro importanza in fase di stampa



Questa guida è volta a far comprendere meglio i parametri noti come DPI e PPI, la loro importanza in fase di stampa e come operano i driver di stampa.

  • DPI = Sono i “punti” di inchiostro per ogni pollice e sono correlati ai flussi di inchiostro untilizzati in fase di stampa. Da notare che in ogni punto non c'è una goccia d'inchiostro, ma più gocce, la cui quantità varia da punto a punto in base al colore che deve apparire in quel punto.

  • PPI = Pixel Per Inch sono correlati alla densità di Pixel e rappresentano la quantità di pixel presenti in un pollice, sono quindi funzione della risoluzione dell'immagine e del formato di stampa.


I DPI sono un parametro variabile che dipendono dalla vostra stampante, dal volume delle goccioline d'inchiostro, dal numero degli ugelli etc. Bisogna inoltre considerare che i valori di DPI che vengono forniti dalle case produttrici, rappresentano il massimo valore di DPI raggiungibile dalla stampante.

Per questi motivi risulta inutile continuare a ragionare su questo parametro, che comunque non è possibile modificare in alcun modo. Dipende dalla propria stampante,marca e modello, e qualtà di stampa.


Passiamo quindi a parlare dei PPI

I PPI I PPI, come abbiamo detto, rappresentano la “densità” di pixel e sono quindi funzione della risoluzione della foto e delle dimensioni di stampa richieste.

Ogni stampante, che sia essa una stampante “home” o di laboratorio, ha un determinato valore di PPI al quale opera, indipendentemente dalla fotografia che viene inviata in stampa, dalla sua risoluzione etc.

La Canon i560 impostando stampa di alta qualità, foglio 4x6 inch (10,16x15,24 cm) e stampa senza bordi lavora a 619 PPI, 600 PPI impostando carta comune con bordi e qualità normale, 300 PPI con qualità bozza.

All'aumentare del numero di PPI aumentano le dimensioni della foto necessarie per essere stampata.

Se per stampare un immagine a 300 PPI nel formato 4x6 servono le dimensioni di 1800x1200 pixel, per stampare una foto a 600 PPI sempre nel formato 4x6 servono 3600x2400 pixel.

Ricordo che non è assolutamente possibile decidere a quanti PPI stampare ma conoscendo il valore a cui la stampante opera, è possibile ottimizzare al meglio la stampa.

Se forniamo alla stampante una foto che non ha le giuste dimensioni in pixel per essere stampata con il formato scelto, esempio 4x6, nel rispetto del numero di PPI con cui opera, i driver della stampante effettueranno in automatico un ricampionamento dell'immagine per portarla alle giuste dimensioni necessarie per essere stampata nel formato prescelto.


Attenzione!! Il driver della stampante, se le dimensioni dell'immagine fornita non sono corrette, RICAMPIONERA' sempre! non c' è alcun modo per impedirlo se non fornendogli già la foto della giuste dimensioni!!




Esempio:

Per una stampa 4X6 a 619 PPI serve un'immagine di 3714X2476, se mandiamo in stampa una foto con risoluzione 2816X2120 (6MP), i driver della stampante ricampioneranno in automatico la foto portandola a 3714X2476, effetuando in questo caso anche un crop dell'immagine poichè la foto fornita non è neanche nel rapporto (altezza-larghezza) giusto per la stampa.



Gli algoritmi usati dai driver delle stampanti per il ricampionamento delle immagini sono solitamente non molto raffinati, a vantaggio della velocità di stampa.

Per ottenere stampe di migliore qualità conviene quindi ricampionare le fotografie fornendole così ai driver di stampa già delle giuste dimensioni.

PhotoResampling si occupa proprio di questo. Oltre a disporre di numerosi strumenti per il fotoritocco, permette il ricampionamento delle fotografie con numerosi algoritmi, tra cui 3 algoritmi proprietari, che vi permetteranno di ottenere sempre il meglio dalle vostre fotografie. Inoltre con lo strumento di preparazione alla stampa è possibile in un solo passaggio ricampionare e ritagliare la vostra foto in base al formato di stampa prescelto, fornendola così al driver della giusta dimensione senza incontrare spiacevoli sorprese nella qualità o nel crop effettuato in automatico dalla stampante a fotografia stampata.

Risulta evidente l'importanza del parametro dei PPI al quale opera la stampante.
Se sviluppate le vostre fotografie in un laboratorio chiedete a loro (solitamente si parla di 200-400 PPI), se intendete invece stamparle direttamente a casa vostra con la vostra stampante, scaricate Printer Data.
Con questa semplice utility potrete venire a conoscenza di numerosi parametri indispensabili, come i PPI, da tenere in considerazione durante la stampa per ottenere sempre il massimo dalla vostra stampante.